Libia: cessate il fuoco?

Pubblicato: 19 marzo 2011 in Res Publica

Non bastassero i guai della centrale nucleare giapponese, adesso anche la situazione sulla nostra “quarta sponda” si fa sempre più preoccupante.

I soldati leali a quell’uomo di merda di Gheddafi stanno attaccando la roccaforte ribelle Bengasi, occupandone forse la parte occidentale, anche dopo la risoluzione ONU che istituiva una no-fly zone sulla Libia. Pare che un aereo sia stato abbattuto dalla contraerea ribelle. La tregua è praticamente inesistente e intanto i Paesi della Nato si stanno organizzando per effettuare dei raid aerei sulle basi lealiste. Lentamente, ma qualcosa si sta muovendo. Le notizie sono ovviamente molto frammentarie e “di parte”.

Sono sempre molto diffidente circa la natura di questa “ribellione” (dei ribelli raccogliticci non dispongono di contraerea), ma rimango comunque dell’opinione che ci sia bisogno di un cambiamento in Libia. A mente fredda poi analizzeremo le figure di merda del nostro governo, ma adesso è tempo di seguire le operazioni in diretta. I conti li facciamo alla fine.

Darò degli aggiornamenti su Twitter, seguite @zemaniac se volete rimanere in contatto (ci sono anche gli ultimi Tweet in un box a sinistra).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...