Il bacio di Giuda del pubblico foggiano

Pubblicato: 3 ottobre 2010 in Foggia, Sport

La Curva Sud

Alcune scelte comportano dei sacrifici, grandi o piccoli che siano.

Oggi ho dovuto sopportare l’enorme peso di non poter essere andato allo stadio nella domenica in cui Zdenek Zeman è tornato allo “Zaccheria” come allenatore del Foggia. Non è una mia paranoia. É solo qualcosa di difficile da digerire. Vedere che tutti si riscoprono tifosi solo quest’anno per me è quasi un tradimento.

Ma come, la gente torna “finalmente” allo stadio, e tu parli di tradimento?

Si, parlo di tradimento. Come ho scritto su «’Za Fòggê!», oggi sono resuscitati i morti, letteralmente, per Zeman. Sono la prima persona ad essere contenta per il suo ritorno, e i miei amici di Ferrara lo sanno visto che ero qui lo scorso Luglio. Però provo un senso di amarezza per lo “spettacolo” che è andato avanti in questi mesi. Gente che non andava allo stadio da anni ha aperto il cassetto dei ricordi è ha tirato fuori sciarpe e bandiere impolverate. Allora mi domando, ma questa gente, tifa davvero per una squadra, o viene solo a vedere una partita di pallone? Se la risposta è l’ultima, bene, c’è la tribuna o la gradinata per chi vuole spendere di meno. Non portate sciarpe, non portate magliette rossonere. Venite in giacca e cravatta, sedetevi sui vostri comodi seggiolini e guardatevi lo spettacolo che offre Zemanlandia.

Non andate in Curva però. Non giudicate chi non ha fatto la Tessera del Tifoso apostrofandolo come “delinquente, terrorista, non-fai-la-tessera-perché-hai-qualcosa-da-nascondere ecc ecc”. Ognuno fa le sue scelte. C’è chi è contro un sistema che vede il calcio non più come uno sporta ma solo come business e chi decide di sacrificare scampoli di dignità e libertà personale per godersi una partita di pallone. Non andate in Curva. Li si sta in piedi e non si guarda la partita, non ce ne frega niente se ad allenare c’è Zeman, Pecchia, Campilongo, Pace, Caso o chiunque altro. Nel mezzo della Curva c’è chi tifa a prescindere per il Foggia, non per Zeman o Casillo. Andate in altri settori. Tanto lo stadio è a capienza limitata, 7500/25000, quindi si sta larghi dappertutto.

Oggi il “tifoso-mummia”, che ha tolto i millenari bendaggi per l’occasione, ha dato il suo bacio di Giuda al Foggia. Ha reso noto il suo tradimento verso la maglia rossonera. Ha fatto capire che del Foggia non gliene importa un accidenti, che viene allo stadio solo perché la partita non la fanno sul suo bel canale Sky.

Casillo e Zeman se ne andranno prima o poi. E tutto tornerà come prima. Il solito migliaio scarso di irriducibili che vanno “angòrê apprìssê òû Fòggê…”. C’è chi è fedele a dei colori, e chi vuole soltanto vedersi una partita. Non calpestiamoci i piedi a vicenda. E comunque, permettemi un piccolo sfogo: dal mio punto di vista, personalissimo ed ovviamente spesso soggetto ad errori, SIETE SEMPRE UN PUBBLICO DI MERDA!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...